Lo Storytelling nel marketing contemporaneo

Vedi tutti i post di Paola Moschini 15/07/2015
Paola Moschini

Storytelling: tutti ne parlano, tutti vogliono farlo… sembra proprio essere la moda del momento.
L’arte antica del narrare si è trasferita oggi nel marketing: il sapersi raccontare è diventato per le aziende lo strumento migliore per stimolare nel target l’esperienza d’acquisto.
Perchè? Su cosa si basa questa tecnica?

Semplice: attraverso una storia, la sua storia, un brand trasmette i suoi valori, la sua filosofia, la sua mission. In pochi minuti, attraverso un video, tramite poche frasi, rivela la sua identità e ci fa capire che la sua storia non è poi troppo diversa dalla nostra. Pochi attimi bastano per emozionarci, coinvolgerci, per far scattare in noi la famosa empatia che ci legherà a quella marca in modo indissolubile, fidelizzandoci.
Sono sempre di più le aziende che, attraverso le nuove frontiere del web, scelgono di stupire i clienti, attraverso la loro storia o quella dei loro prodotti.

E sono sempre di più i...

read more...

“L’ufficio stampa è morto. Viva l’ufficio stampa”

Vedi tutti i post di Barbara Toselli 10/07/2015
Barbara Toselli
Qualche giorno fa stavo leggendo la lucidissima analisi di Daniele Chieffi sul ruolo, oggi, dell’ufficio stampa e mi sono trovata a pensare a quanto sia cambiato il mio lavoro in soli dieci anni.
Nel 2005 ho iniziato il mio lavoro da “junior” e le mie giornate si dividevano tra comunicati stampa, invii e recall. Poche le piattaforme tecnologiche a supporto del mio lavoro e ben definiti i miei interlocutori: i cari e rassicuranti media tradizionali. Giornalisti più o meno simpatici e disponibili, poche e ferree le regole da seguire. I testi dovevano rispettare rigorosamente le 5W del giornalismo ed essere corredati da poche e selezionate immagini in alta risoluzione.

Il Web, nel frattempo, ha ucciso l’ufficio stampa tradizionale e di conseguenza anche il povero addetto stampa. Il mondo dell’informazione non è più appannaggio dei giornalisti - che in rete sono una minoranza - ma di blogger, influencer o semplici utenti che fanno parte di communities che influ...

read more...

JavaScript: the new kid in the block

Vedi tutti i post di Luca Apostoli 05/07/2015
Luca Apostoli

Tanto tanto tempo fa, quando mi stavo approcciando alla programmazione web, dovetti studiare quelle che allora erano le librerie javascript più in voga: scriptacolous (e prototype), mootools e jQuery. 
Al tempo javascript sembrava solo uno strumento per rendere un’applicazione web più piacevole, per migliorarne la UI. Un po’ come fosse l’equivalente degli anni 2000 delle gif animate. Niente di essenziale solo “robetta” grafica. 
Forse al tempo questo genere di pensiero non era eccessivamente sbagliato ma oggi, passati anni, è lontanissimo dalla realtà.
In questi anni JavaScript si è gonfiato di steroidi, è stato in palestra e adesso è tornato più potente e più flessibile di prima.

Secondo l’ultimo survey di StackOveflow (http://stackoverflow.com/research/developer-survey-2015) JavaScript è una delle tecnologie più cercate ed è anche tra le più pagate (addirittura al secondo posto negli Stati Uniti, con Node.js). 
Oggi Jav...

read more...

Il fenomeno delle blogger, chi sono e cosa fanno?

Vedi tutti i post di Alice Palumbo 26/06/2015
Alice Palumbo
Più che di fenomeno, a questo punto direi che potremmo parlare di invasione, conquista, di vero e proprio assalto, esageriamo, di un’epidemia!
E non stiamo parlando di cavallette… ma di blogger!
Indipendentemente dall’argomento trattato - moda, cucina, musica, viaggi, benessere, bellezza, tecnologia, bambini etc - i blogger esprimono la propria opinione in rete, motivati dalla passione e dal desiderio di creare una comunità, unita e salda, che si alimenta attraverso internet.

Il web per tutti, pensieri, notizie, opinioni, pubblicate liberamente, senza alcun vincolo nè condizionamento, ha cambiato radicalmente l’approccio degli utenti all’informazione. 
Il fenomeno in particolare riguarda il mondo della moda, e le cosiddette Fashion Blogger che, grazie a una gran bravura nelle pubbliche relazioni sia on che offline, la capacità di saper costruire la propria immagine digitale e il sapersi destreggiare tra le dinamiche del web, hanno dato vi...

read more...

Android e custom rom

Vedi tutti i post di Luca Apostoli 07/06/2015
Luca Apostoli

Grazie alla lungimirante decisione di mantenere Android un progetto open source, sono nate negli anni diverse versioni basate sul kernel fornito da Google. Queste vengono chiamate Custom Rom.
Ad oggi ce ne sono tante, le più famose sono quelle sviluppate dalle community ma di recente anche le case produttrici di smartphone hanno cominciato a rilasciare i loro prodotti con delle rom sviluppate a partire da Android.
Ma perchè non accontentarsi di Android base (o vanilla)? 
Forse è nella natura stessa di chi preferisce Android rispetto ai competitor: si sceglie un sistema operativo per il fatto che sia personalizzabile e alla fine non si è mai soddisfatti del livello di customizzazione raggiunto.
Oppure la ragione risiede nel fastidio che provocano i vari bloatware (chiamati a volte anche crapware), tutti quei software (app) indesiderati che ci si ritrova installati sul telefono e che molto spesso non si possono nemmeno rimuovere.
Per un m...

read more...

Le mamme Online

Vedi tutti i post di Alice Palumbo 04/06/2015
Alice Palumbo
Da quando sono mamma, ho sempre meno tempo… o meglio, ho dovuto imparare a gestire il mio tempo in modo completamente diverso da prima. Un grande aiuto l’ho trovato nei media digitali, che soddisfano la mia costante esigenza di essere sempre informata: come tutte le mamme, prima ancora di essere comunicatrice, sono una lettrice - e non una lettrice qualsiasi, ma specializzata, specialista e sofisticata.
E quali sono i mezzi che mi consentono di avere risposte veloci, consigli, informazioni e aggiornamenti? Smartphone e pc, che, ovunque tu sia, ti permettono di essere sempre aggiornate e informate.

Facciamo una breve analisi del comportamento delle mamme online:
una mamma diventa prosumer solo quando è fortemente motivata dalla condivisione di esperienze positive o negative, e da benefit.
Il 75% delle mamme è convinto che chi fa marketing online non capisca cosa vuol dire essere mamma, ma dia più importanza alle piattaforme che alla creazione di contenut...

read more...

Everyone Is Different: Global Accessibility Awareness Day

Vedi tutti i post di Davide Carbonini 21/05/2015
Davide Carbonini

Ognuno è diverso. Viviamo, lavoriamo, giochiamo e interagiamo ognuno a suo modo. Molte delle nostre esperienze sono influenzate dai nostri sensi e dalle condizioni in cui ci troviamo.

Nel mondo online questo significa che come vediamo, sentiamo, ci muoviamo e pensiamo può variare notevolmente. Quella cosa che hai appena fatto in quell'applicazione? Qualcuno la fa in modo completamente diverso.

Quando pianificate la vostra prossima creazione digitale è importante che pensiate alle preferenze del pubblico e come tali esperienze potrebbero essere varie. Non tagliate fuori qualcuno solo perchè non siete preparati a gestire il modo in cui potrebbe interagire con la vostra creazione. E soprattutto, rendetela facile.

Questo è ciò che deve essere ben compreso: assicurarsi che TUTTI possano fare ciò che vogliono, nel modo per loro migliore.

Ci sono alcune cose da tenere a mente.

Alcune persone possono avere una vista 10/10....

read more...

Arriva Wondercube, l'accessorio per il tuo smartphone che fa tutto

Vedi tutti i post di Paola Moschini 21/05/2015
Paola Moschini
Siete "cellulare dipendenti"? Se dovete stare fuori casa troppo tempo andate in paranoia per il terrore che il vostro adorato iphone si scarichi? Volete archiviare dati, fotografie o immagini ma non avete più spazio nella memoria del vostro smartphone? Niente paura, sta per arrivare Wondercube, un piccolo accessorio multifunzione che risolverà tutti i nostri problemi da smartphone dipendenti! 8 funzioni racchiuse in un cubo di 2,5 cm dal peso di soli 80 gr. Così piccolo da poter essere trasportato in tasca, potrà essere usato anche come portachiavi. Le sue funzioni? Innanzitutto, CAVO USB: sia che voi abbiate uno smartphone dotato di presa micro-USB, che un dispositivo Apple dotato di connettore lightning, potrete trovare nel WonderCube il cavo adatto ai vostri bisogni! Niente più cavi aggrovigliati, fili spezzati nelle vostre borse, ma solo un cavo di soli 3 pollici che prenderà forma dal vostro cubo. Nessun contatto esposto alle intemperie e una “connessione” util...

read more...

MariaDB: un SQL server da sperimentare

Vedi tutti i post di Luca Apostoli 16/05/2015
Luca Apostoli
MariaDB nasce nel 2010, quando MySQL è passato da Sun a Oracle, dagli stessi programmatori che hanno creato MySQL.
MariaDB è mantenuto dalla community che ha portato MariaDB a superare il suo predecessore in termini di features disponibili integrando funzioni che tutti noi - utilizzatori di MySQL - possiamo solo sognarci.
Basandosi sul kernel di MySQL tutti i db sviluppati per questa engine sono compatibili anche con MariaDB e si possono importare in pochi secondi senza nessun cambiamento.
Inoltre MariaDB è disponibile per tutte le principali versioni di Linux. 
Viene naturale domandarci come mai non ci sia stato l’abbandono del software proprietario alla nascita del suo equivalente open (l’effetto OpenOffice - LibreOffice, per intenderci).
L’atteggiamento di Oracle nei confronti di MySQL è stato ambiguo negli anni dall’acquisto ad oggi. Pubblicamente ha dichiarato che avrebbe mantenuto supporto per MySQL fino a Dicembre del 2014 eppure le ultime r...

read more...

La pubblicità su Facebook non funziona?!

Vedi tutti i post di Davide Carbonini 15/05/2015
Davide Carbonini

"Non hanno realmente un rapporto social con i clienti, sprecando tempo e denaro" è sicuramente una frase corretta.
Purtroppo lo è perchè, in Italia soprattutto, le aziende appaltano la gestione social ad agenzie che non lo fanno con la passione che richiederebbe questo tipo di attività, ma solo applicando semplici regolette meccaniche.

Facebook, soprattutto, nasce con obiettivi diversi dalla mera pubblicizzazione delle imprese, nasce per relazionarsi principalmente con gli amici, ed in questo è forte. E' difficile per l'impresa vestire i panni dell'amico, ma non impossibile, gli esempi di chi ha colto davvero il concetto ci sono...
Facebook ha oggettivamente fatto scappare molti utenti, profili anche molto diversi fra loro; perchè troppo famoso? Troppe funzioni? Scarsa qualità media dei contenuti? Fatto sta che molti hanno scelto altro, magari anche social di nicchia appunto.

Twitter ed Insta...

read more...