VIDEO IS KING, BUT SHARING IS THE KINGDOM

20/09/2018

“Voglio un video smart, con una grafica fresh, che piaccia alla gente e che sia esplicativo del prodotto.
E che sia virale” (Il cliente)

Segno della croce. (Io)

Eppure sono ateo.

La viralità è quanto di più auspicabile si possa desiderare da un video, ma la sua natura artistica e svincolata da regole logaritmiche la rende un plusvalore di difficilissima interpretazione.

Impossibile da decretare a priori, esistono costanti che è bene conoscere, grazie alle quali aumenta la possibilità di accedere a questo ambitissimo valore aggiunto.

Parte integrante della cultura pop contemporanea, i video rispecchiano i gusti di un pubblico giovane (18-25 anni). Non a caso tra i 15 video piu condivisi del 2017 annoveriamo 3 music video (di cui in primis “Despacito” di Fonci e Daddy Yankee), notizie di cronaca (la morte del singer dei Linkin Park), quiz virali, consigli partici, statements politici e storie commoventi.

read more...

2017, ANNO DELLA VR?

26/09/2017

Il termine più ridondante di quest'anno tra gli addetti ai lavori (quegli ometti occhialuti che popolano forum specializzati, fiere di elettronica e congressi tecnologici) pare essere la realtà virtuale immersiva.

Effettivamente è stato l'anno del boom, in cui le grosse compagnie (Google, Fb, Samsung, Sony) hanno spinto (AKA elargito milioni) per sperimentare in questa tecnologia.

Il primo sistema di realtà virtuale ha però radici lontanissime: costruito nel 1968 da Ivan Sutherland, la “Spada di Damocle” (questo il nome affibiatogli) era un visore così pesante da dover esser appeso al soffitto per venir indossato.
Negli anni 80 gli scrittori cyberpunk (William Gibson, Bruce Sterling, JG Ballard) influenzano e suggestionano le vite di una generazione di tecnici del settore, che sempre più spesso si riuniscono in compagnie di sperimentazione: il termine VR nasce definitivamente con la fondazione del VPL Research, ad opera di un pionier...

read more...